Pin It

I “rischi nascosti” della spiaggia: 6 pericoli a cui prestare attenzione

Quando arriva l’Estate i tuoi soli pensieri fissi sono le ferie e il mare? Sei in buona compagnia! Le vacanze tanto attese sono un periodo di disintossicazione dalle preoccupazioni, dal lavoro, dai problemi della vita quotidiana.

Relax, divertimento, nuove conoscenze, viaggi, sole e mare: l’Estate è sinonimo di tutto questo e molto altro. Attenzione, però, perché le giornate trascorse in spiaggia, ad abbronzarti sul lettino con il gradevole intervallo refrigerante offerto da un tuffo in acqua, nascondono anche delle insidie.

Quali sono i pericoli che corriamo quando siamo in spiaggia? Si va dalla classica scottatura solare alla puntura delle meduse, dalle congestioni agli inestetismi causati dal sole e dal caldo eccessivo. Vediamo a cosa prestare attenzione quando arriva il momento delle fatidiche vacanze al mare.

Vacanze al mare: 6 pericoli che corriamo in spiaggia

1. Insolazioni e colpi di calore

Le insolazioni e i colpi di calore sono il più comune problema collegato alle vacanze al mare, soprattutto per chi non è abituato alle alte temperature e per chi non ha avuto il tempo di esporsi gradualmente al sole a causa dell’improvviso innalzamento delle temperature.

Come si riconosce un’insolazione? Da cosa è causata? Cos’è un colpo di calore? Come prevenire questi disturbi?

Per prevenire insolazioni e colpi di calore bisogna evitare di trascorrere molte ore sotto il sole senza protezione (crema solare, capello, t-shirt sono d’obbligo!) perché il corpo, assorbendo molto più calore di quanto sia capace di gestire, va in ipertermia e si surriscalda. Le conseguenze sono: forti mal di testa, sudorazione copiosa, stato confusionale, stordimento, nausea, comparsa di bolle sulla pelle, svenimenti, febbre alta e sete eccessiva.

Insolazioni e colpi di calore possono rappresentare un rischio molto serio per le persone anziane e per i bambini. Sono pericolose anche per le persone in buona salute se non trattate con prontezza, quindi fai molta attenzione, in particolare durante le ore più calde della giornata.

A proposito di rischi collegati all’esposizione sconsiderata al sole: leggi anche il post su come riconoscere melanomi e nei maligni.

2. Scottature e eritemi solari

Le scottature e gli eritemi solari colpiscono più di frequente i soggetti a rischio, come le persone che hanno la pelle, gli occhi e i capelli molto chiari. Ciò non significa, però, che gli altri fototipi sono al sicuro.

Quando ci si espone al sole è fondamentale proteggere la pelle in maniera adeguata, per evitare la comparsa di scottature o, peggio, di eritemi solari che possono manifestarsi come ustioni di I o II grado.

L’esposizione al sole senza protezione (o con una protezione inadeguata) può provocare seri danni alla pelle: eritemi solari e gravi scottature hanno come conseguenza un forte senso di prurito, dolore nelle aree colpite, la comparsa di bolle e vescicole sulla pelle. In molti casi le cicatrici lasciate da questo tipo di ustioni sono difficili da mandare via, quindi usa sempre la crema solare e evita di prendere il sole quando la temperatura esterna è troppo elevata.

Leggi anche i miei consigli su come curare l’eritema solare con metodi naturali e il post su come ottenere una tintarella perfetta in sicurezza in 5 semplici mosse.

3. Meduse

Chi ha già provato questa spiacevole esperienza lo sa bene: non c’è niente di peggio che entrare in contatto con una medusa mentre si fa il bagno. Fortunatamente le meduse presenti nei nostri mari non hanno veleni letali ma ciò non significa la puntura di una medusa sia piacevole.

I risultati più comuni di un “incontro ravvicinato” con questo “simpatico” animaletto sono prurito, gonfiore, arrossamento, compara di bollicine e vescicole sulla pelle.

Cosa fare se sei stata punta da una medusa? Elimina dalla pelle i residui (se presenti) della medusa e risciacqua la parte colpita con acqua di mare (e non con acqua dolce). Non strofinare la pelle con la sabbia né con le mani, perché così facendo faciliterai la penetrazione del liquido urticante. No all’utilizzo di ammoniaca e urina sulla parte colpita: ebbene sì, la pipì non funziona, anzi potrebbe peggiorare la situazione.

Pericoli in spiaggia: quali corriamo?

4. Funghi e infezioni

La spiaggia nasconde anche un altro, sgradevole pericolo: quello di contrarre micosi cutanee, onicomicosi o infezioni.

Per quanto riguarda le micosi della pelle i sintomi principali sono arrossamento, desquamazione, bruciore e prurito. Le onicomicosi, cioè le micosi delle unghie, si presentano con desquamazione, mutamento di colore e inspessimento dell’unghia. Un altro rischio che si corre in spiaggia o al mare è quello di contrare infezioni della pelle o intime.

Regole generali per evitare micosi ed infezioni in spiaggia: non camminare a piedi nudi ma sempre con le ciabatte, cura l’igiene personale, non tenere addosso costumi da bagno o indumenti umidi, stenditi sul lettino sempre dopo avervi posizionato sopra il tuo telo personale, presta attenzione negli ambienti di uso comune (docce, piscina, camere d’albergo, etc.), non usare asciugamani o ciabatte di altre persone.

5. Congestioni

La probabilità di soffrire di una congestione quando sei in vacanza al mare è molto più elevata che in altri periodi dell’anno. Le temperature alte, il sole a picco, i bagni in mare e i pasti abbonanti o fuori orario sono tutti fattori di rischio.

Prevenire le congestioni è facile, basta evitare di esporsi al sole o fare il bagno subito dopo pranzo. In Estate sarebbe meglio consumare pasti leggeri e di facile digeribilità, aspettando almeno due ore prima di tornare a prendere il sole o tuffarsi in acqua.

6. Capelli crespi e sbiaditi

La cura dei capelli in Estate è un must se non vuoi ritrovarti alla fine delle vacanze con una chioma spenta, sbiadita, sfibrata e crespa. Questi sono i classici sintomi di un capello abbandonato a sé stesso durante le vacanze al mare, stressato a causa dei continui bagni, della salsedine e dell’esposizione al sole.

Durante la stagione calda è importante idratare i capelli con impacchi naturali e prendersi cura della propria chioma oli protettivi, in modo da prevenire tutti gli inestetismi causati dal sole, dall’acqua di mare, dal cloro delle piscine e dalle alte temperature.

Seguendo queste semplici regole non avrai problemi in spiaggia e potrai goderti finalmente le tue meritate vacanze al mare.

Photo credit: m00byCC

Redazione

About

Specchio e dintorni è un sito dedicato alla bellezza femminile, dove potrete trovare consigli, dritte, tutorial e rimedi naturali per essere sempre al Top.

2 Comments

  1. Molto interessante. Non ci si pensa mai e poi a fine estate ci si ritrova con qualche “bella” sorpresina….

  2. Pingback: Lavanda: proprietà, benefici, rimedi naturali e impieghi fai-da-te | SPECCHIO E DINTORNI

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*