Pin It

Come sapere se una crema solare è scaduta?

Anche se molti lo ignorano, come tutti i prodotti cosmetici, anche quelli solari hanno una data di scadenza.

La data di scadenza indica la soglia di tempo utile per consumare tutto il prodotto senza rischi. Una volta superata tale soglia di utilizzazione, la crema solare diventa parzialmente o totalmente inefficace, se non addirittura pericolosa per la pelle.

Ma come si fa a sapere se la crema solare è scaduta o se è ancora buona?

Le creme solari sono essenziali in estate, perché ci aiutano a proteggere la pelle dagli attacchi delle radiazioni emesse dal sole, ma anche a nutrirla in maniera appropriata proprio quando è soggetta a stress molto forti.

Se, però, al posto di un latte o di una crema solare in buone condizioni di conservazione ne utilizzate una alterata o, addirittura, scaduta, l’effetto protettivo e idratante potrebbe venire meno. Il rischio non è solo quello di ritrovarsi sotto il sole a picco senza filtro contro i raggi UVA e UVB sull’epidermide, ma anche quello di spalmare sulla pelle sostanze tossiche e nocive, alterate dal tempo, dagli sbalzi di temperatura e dal contatto prolungato con l’aria.

Perchè le creme solari scadute sono pericolose?

Se avete nel Beauty Case una crema solare che avete aperto l’anno scorso e non sapete se usarla o meno, prima di spalmarvela addosso riflettete su un paio di cose.

I prodotti solari hanno una scadenza proprio come tutti gli altri cosmetici e come gli alimenti. Mangereste mai del cibo scaduto? Applichereste mai sugli occhi un ombretto aperto l’anno prima e mai più utilizzato? Dovete considerare che i solari vengono in genere portati in spiaggia e sottoposti all’esposizione a temperature molto elevate, in un ambiente tutt’altro che pulito (tra sabbia, acqua di mare, smog, e chissà che altro!). Le alterazioni dei prodotti un po’ “vecchiotti” sono, quindi, quasi assicurate.

La data di scadenza dei prodotti solari.

Il primo passo per assicurarvi che la crema solare che avete trovato in valigia o nell’armadietto del bagno sia ancora buona è controllare l’etichetta. Sull’etichetta del prodotto viene indicata per legge la data di scadenza.

Cercate il simbolo PAO, rappresentato da un barattolo aperto stilizzato, e vicino ad esso ci deve essere una lettera M con un numero. La M significa “mesi”, quindi se sul vostro solare c’è scritto 12 M vuol dire che il prodotto, una volta aperto, può essere utilizzato per un anno, e non oltre.

Colore, odore e consistenza alterata? Buttate la crema nella spazzatura.

Altre caratteristiche da valutare sono il colore, l’odore e la consistenza: se notate delle modificazioni in questi tre campi rispetto a quando avete aperto la crema solare la prima volta, non esitate e buttatela subito nel cestino della spazzatura. Vi risparmierete scottature, allergie, macchie della pelle, eruzioni cutanee e molto, molto altro.

Redazione

About

Specchio e dintorni è un sito dedicato alla bellezza femminile, dove potrete trovare consigli, dritte, tutorial e rimedi naturali per essere sempre al Top.

One Comment

  1. Ecco, ammetto che sono una di quelle che non guarda mai la scadenza delle creme solari e le usa finché non nota delle strane variazioni di consistenza… Benissimo, ora so che NON LO DEVO FARE!!!! 😉 e meno male che mi hai chiarito come si legge la scadenza, perché io neanche sapevo che bisognava guardate la M che identifica i mesi!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*