Pin It

Acqua di rose: come si prepara e come si usa

L’Acqua di rose è un rimedio di bellezza antichissimo che può essere usato per preparare trattamenti naturali ad uso esterno, come impacchi, lozioni e maschere, oppure ad uso interno, come bevanda.

Se siete appassionate di rimedi naturali e volete provare ad usare l’Acqua di rose, seguite i nostri consigli. Vi spiegheremo anche come si prepara l’Acqua di rose, per averla sempre a portata di mano.

Cos’è l’Acqua di rose e come si usa

È una bevanda a base di acqua, frutta, zucchero (oppure miele) e, ovviamente, essenza di petali di rosa. Questi ultimi sono ricchi di vitamine e acidi grassi che favoriscono il rinnovamento cellulare.

In cosmesi è utilizzata non solo per tonificare e levigare la pelle e proteggerla dal sole, ma anche per detergere e purificare il viso. Se volete attenuare le occhiaie o le rughe, gli impacchi a base di questa soluzione, da tenere almeno 15 minuti sulla zona interessata, sono efficacissimi.

Sottoforma di bevanda (o infuso), l’Acqua di rose aiuta a ridurre i cicli mestruali troppo abbondanti, oltre a curare le irritazioni gengivali e l’eccessiva sudorazione.

Come preparare l’Acqua di rose in casa

Una ricetta non troppo complicata per preparare l’Acqua di rose in casa è la seguente: munitevi di un litro di acqua distillata, petali di rosa freschi (vi servono una decina di rose) ed una boccetta di vetro per conservarlo. Se volete accentuare il profumo, andate in erboristeria e chiedete dell’olio essenziale purissimo di rosa per uso cosmetico.

Procedete eliminando la parte bianca all’attaccatura del petalo e, intanto, fate bollire l’acqua distillata. Poi metteteci dentro i petali che avete precedentemente posto in un colino da tè o in un sacchetto di cotone. Lasciate in infusione per circa 15 minuti avendo cura di spegnere il fuoco una volta che l’acqua è arrivata ad ebollizione. Aggiungete qualche goccia di olio essenziale e infine versate il prodotto nella boccetta di vetro.

L’Acqua di rose fai-da-te è pronta. Ricordatevi che può essere conservata in frigo per un massimo di 3 mesi.

Rimedi naturali a base di Acqua di rose

L’Acqua di rose, miscelata con del succo di limone, risulta benefica per la pelle soprattutto in caso di brufoli e acne. Questa miscela va applicata ogni 3-4 giorni sulla pelle e lasciata agire per una mezzoretta.

Se avete la pelle mista o grassa, potete sfruttare il potere astringente e decongestionante dell’Acqua di rose, utilizzandola ogni mattina ed ogni sera per pulire il viso con un dischetto di cotone, proprio come fareste con un normale tonico.

Un altro rimedio a base di Acqua di rose proviene dal Medio Oriente, dove viene utilizzata per curare i sintomi della menopausa. Le donne che hanno problemi come vampate di calore, sbalzi d’umore, dolori addominali e quant’altro possono assumere la bevanda che risulta dall’immersione dei petali in acqua distillata proprio come se fosse un drink rinfrescante.

Redazione

About

Specchio e dintorni è un sito dedicato alla bellezza femminile, dove potrete trovare consigli, dritte, tutorial e rimedi naturali per essere sempre al Top.

4 Comments

  1. Pingback: Hai la pelle secca? Ecco tante soluzioni fai-da-te | SPECCHIO E DINTORNI

  2. Pingback: Provati per Voi: i prodotti di bellezza Dr. Organic (Vegan Friendly) | SPECCHIO E DINTORNI

  3. Pingback: Cosa sono gli Idrolati e come si usano? Le virtù di bellezza delle acque aromatiche | SPECCHIO E DINTORNI

  4. Pingback: 5 maschere fai-da-te per pelli secche e disidratate | SPECCHIO E DINTORNI

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>