Pin It

Geloni: come riconoscerli e curarli

I geloni sono un disturbo tipico dei primi freddi, quando la pelle è ancora molto delicata e sensibile agli sbalzi di temperatura. Ad esserne colpiti sono in genere mani e piedi, ma non solo. Vediamo come riconoscere i sintomi dei geloni e come curarli prima che sia troppo tardi.

Con i primi freddi la pelle tende a contrarsi per trattenere più calore possibile: è una forma di difesa che la pelle umana è costretta ad attuare perché non è coperta dalla pelliccia, come accade per gli animali.

In alcune donne, soprattutto quelle che hanno la pelle sensibile o tendente alla disidratazione, questo problema può diventare un po’ più grave del normale e può portare alla comparsa dei famigerati geloni.

Le zone più colpite dai geloni sono i piedi e le mani, ma questi inestetismi possono formarsi anche sul viso, se hai la pelle particolarmente sensibile. Ecco come affrontare i geloni e come curarli al meglio.

Come curare i geloni una volta comparsi

I geloni sono infiammazioni cutanee più o meno gravi che si manifestano con rossore sulla pelle, profonde screpolature, bozzi e rigonfiamenti che possono fare anche molto male.

Le donne giovani con la pelle secca sono le più colpite dai geloni. Questo accade perché la pelle non riesce a trattenere l’idratazione e, purtroppo, nel periodo autunnale e invernale questo problema si acutizza.

Prima di passare alle creme e ai farmaci specifici, però, prova a contrastare il problema dei geloni dall’interno. Come? Copriti bene e inizia a prenderti cura di te: le tue alleate sono le Vitamine C, E e P ed una sana attività fisica.

Tra i trattamenti più efficaci contro i geloni c’è la ginnastica muscolare, atta a migliorare l’irrorazione sanguigna nelle aree periferiche del copro, oppure la ginnastica vascolare, che viene eseguita immergendo le mani o i piedi colpiti da geloni in un bagno freddo per 20 secondi e poi in uno caldo per altri 20 secondi, ripetendo la procedura circa 20 volte.

Risultano utili anche i massaggi praticati sulla parte colpita con dell’olio di Calendula o dell’olio di Arnica. Per migliorare la circolazione puoi anche provare un infuso a base di Centella asiatica oppure immergere i mani o i piedi in acqua con qualche goccia olio essenziale di Bergamotto o di Lavanda.

Solo nei casi più gravi, quando i geloni sono un problema serio ed invalidante nella vita quotidiana, bisogna ricorrere alle soluzioni farmacologiche studiate per questo tipo disturbo.

Dritte e consigli per evitare la comparsa dei geloni

Naturalmente, cerca di evitare di arrivare a questo punto: usa quotidianamente delle creme idratanti studiate per la pelle secca e disidratata. Le creme in commercio sono tantissime: si va dalle creme protettive per le mani a base di Glicerina a quelle per tutto il corpo e per i piedi.

Per il viso, usa una crema da giorno per pelle secca. Tutte ormai hanno la protezione solare per proteggerti dai raggi dannosi per la pelle anche l’inverno, fattore di rischio che molte persone sottovalutano, pensando che i raggi Uva e Uvb siano pericolosi solo in estate.

Stai attenta agli sbalzi di temperatura tra esterno ed interno e agli shock termici. Non lasciare mai le mani scoperte quando fuori fa molto freddo, soprattutto se la pelle è umida o bagnata. Allo stesso modo copri sempre i piedi con dei calzini caldi, meglio se di lana o cotone.

Quando ti lavi non usare acqua troppo calda o troppo fredda e non mettere mai le mani vicino al termosifone o alla stufa se sei appena stata fuori e sono molto fredde. Con queste dritte dovresti evitare la comparsa dei geloni.

Redazione

About

Specchio e dintorni è un sito dedicato alla bellezza femminile, dove potrete trovare consigli, dritte, tutorial e rimedi naturali per essere sempre al Top.

2 Comments

  1. Pingback: Pelle arrossata dal freddo? Ecco come curarla. | SPECCHIO E DINTORNI

  2. Pingback: Come usare l’olio di germe di Grano: rimedi naturali e cosmetici fai-da-te | SPECCHIO E DINTORNI

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*

This site is protected by wp-copyrightpro.com